Copyright 2019 - Custom text here

Economia e politica

Costo della guerra: uomini e cose

Il costo della guerra (1919). L’economista: gazzetta settimanale di scienza economica,
finanza, commercio, banchi, ferrovie e degli interessi privat
i, 46(2334), 26 gennaio1919.

http://www.byterfly.eu/islandora/object/librib%3A175824#page/8/mode/2up

«Risulta da statistiche recenti che il costo della guerra durante questi 4 anni supera già le spese di tutte le guerre precedenti messe insieme.

Dalla rivoluzione americana fino alla guerra presente sono trascorsi 40 anni e le spese complessive di queste guerre ammontano a 119 miliardi.

La guerra attuale alla fine del quarto anno ha già raggiunta la cifra tonda di 700 miliardi.

[…] Non bisogna trascurare anche il fatto che le perdite in questa guerra non sono soltanto quelle, purtroppo, valutate in danaro. Le vite umane costituiscono una perdita irreparabile. All’epoca nostra, in cui tutto è materia, valore stimato ad un certo tasso, si arriva a considerare il valore puramente economico di un individuo in rapporto all'utilità che egli rende alla società, e così da questo punto di vista l'America ha valutato un essere umano 25 mila franchi.

[…] Ancora una parola sui danni morali che ha causato la guerra.

Per gli orfani di guerra, per esempio, per quanto a loro penserà lo Stato, quale sarà la loro educazione e soprattutto quali saranno per molto tempo le loro impressioni dopo il flagello? Infine bisogna anche tener conto della educazione trascurata, della istruzione difettosa, della mancanza degli alimenti, del terrore delle popolazioni, ecc. Lo sviluppo fisico e morale della gioventù è certamente compromesso nelle future generazioni».

 

 

Costo
della guerra

Ma quanto
costa vivere?

Scioperi
e industria

Otto
ore

Parlamento
e monopoli

 

 

 

f t g m